benvenuto. ti racconto un pò di me.

Prima di tutto ti ringrazio per il tempo che mi stai dedicando. Se sei in questa pagina magari è perché mi segui sui Social, oppure te ne ha parlato un amico o ancora perchè mi hai trovato tramite Google. Poco importa, di sicuro se sei qui è perché hai uno scopo da raggiungere, e speri che io ti possa aiutare.

Allora lascia che ti parli un pò di me, in modo che tu possa conoscermi un pò meglio.

Sono Cristian e ciò che voglio tu sappia di me è che ho sempre amato le cose un pò più complicate, ho sempre preferito fare poche cose, ma quelle farle nel miglior modo possibile.

Ho imparato che nella vita non esistono scorciatoie. E quando rifletto bene su questa cosa, finisco sempre per dire: “meno male, altrimenti ne sarebbero tutti capaci!” . Ogni obiettivo è come un viaggio, in cui ci si impiega più o meno tempo, in cui la strada non è mai dritta, anzi è piena di curve molto insidiose. Ma ciò che conta è la direzione.

Ho imparato che in questi viaggi non esistono fallimenti. Esistono invece, sicuramente risultati che all’apparenza possono sembrare meno positivi di altri (anzi, diciamocelo pure, lo sono!), ma che però ti insegnano cosa non devi fare per raggiungere il tuo obiettivo.

Voglio raccontarti una cosa accaduta ormai qualche annetto fa al noto inventore della lampadina che utilizziamo tutti i giorni, che ti sembrerà una cosa banale, ma all’epoca ha rivoluzionato il mondo, ovviamente. Da quando ho letto questo aneddoto, in un certo senso, la mia vita è letteralmente cambiata.

Durante una conferenza stampa un giornalista gli chiese: “Dica, Mr. Edison, come si è sentito a fallire duemila volte nel fare una lampadina?”. Ebbene, la risposta di Edison fu:

Io non ho fallito duemila volte nel fare una lampadina; semplicemente ho trovato millenovecento-novantanove modi su come non va fatta una lampadina.

Questo è l’atteggiamento vincente. Questa frase te la dovresti stampare nella mente. Qualsiasi esperienza è utile nella vita se non la si considera un mero fallimento. Anzi, i fallimenti sono necessari se vuoi avere successo.